Luigi Bonelli an Hugo Schuchardt (01-01212)

von Luigi Bonelli

an Hugo Schuchardt

Brescia

14. 11. 1898

language Italienisch

Schlagwörter: Neapel

Zitiervorschlag: Luigi Bonelli an Hugo Schuchardt (01-01212). Brescia, 14. 11. 1898. Hrsg. von Frank-Rutger Hausmann (2021). In: Bernhard Hurch (Hrsg.): Hugo Schuchardt Archiv. Online unter https://gams.uni-graz.at/o:hsa.letter.8371, abgerufen am 29. 01. 2023.


|1|

Pregiatissimo Signore

Brescia 14.11.98.

Duolmi che la fretta di rispondere alla Sua prima pregiatissima1 mi abbia indotto in errore: non esiste nei pressi di Torbole Casaglia2 un corso d’acqua chiamato Trobjöl. – La natura del terreno su cui sorge quel villaggio, paludosa e qua e lá anche torbosa parmi renda assai probabile il parvicinamento del detto nome a torba. Esso fa- |2| rebbe cosí riscontro a Torbiate, altro villaggio a circa 15 Kilom. ad Ovest di Brescia ove forse si trovano, a quanto mi si assicura, dei giacimenti di torba. D’altra parte il nome cui Ella accenna di trubia nè altro nome consimile non è conosciuto dai pescatori del Bresciano, La rete però è conosciuta e quella stessa rete che sul lago Maggiore si chiama trubia sul Garda è detta sacolott oppure bosera. Altre specie di redi sono le guade, i bertaél o naseconingano, i sparaer e i tremaćć (o tremagli) in mî- |3| lanese tramaćć e per corruzione anche ramaćć). – Il bastone con cui si fruga nei posadi per spingere i pesci nella guada3 e che ha alla sua estremitá inferiore un disco di cuojo è chiamatoqui sul lago Bresciano stáfol, sul Milanese pertiga. –

Questo è quando [sic, gem. quanto] per ora Le posso comunicare. Quando altro Le interessasse disponga sempre di me liberamente.

Notizie particolareggiate intorno agli atrezzi dei pescatori e modi di pescare sul bresciano Ella potrebbe torvarne nell’opera recentissima di Giuseppe Solitro, Benaco, notizie ed appun- |4| ti geografici e storici, Saló 1897 (£ 4, legato)4 in vendita presso il librajo Castoldi sotto i portici di Brescia.5

Domani riparto per Napoli e colà Ella mi potrà inviare Suoi preziosissimi scritti dirigendoli al R. Istituto Orientale. –

Frattanto pregendola mi conservi
sempre la Sua benevolenza
mi dico con piena osservanza

Suo dedmo aff.mo
Luigi Bonelli


1 Nicht erhalten.

2 Norditalienische Gemeinde in der Provinz Brescia in der Lombardei.

3 Im Original ein hochgesetztes Anmerkungszeichen „I“: „I Milanesi la chiamano magentina dalla località di Magenta dove si fabbrica e di dove sono quasi tutti i pescatori del Milanese“.

4 Giuseppe Solitro, Benaco, notizie e appunti geografici e storici con vignette e carta corografica, Salò: Devoti, 1897, XIII, 759 S.

5 „Vecchia libreria di corso Zanardelli fu cenacolo di cultura e più tardi di antifascismo. Venne aperta nel 1892 da Enrico Castoldi (Zibibo S.Giacomo, Milano, 7 aprile 1862 - mortovi il 1 novembre 1912) che da fittabile diventò libraio. Laico ma tollerante verso tutti, di rilevante intelligenza e cultura fece della libreria un cenacolo. Fu interventista e durante la guerra freqentò spessissimo gli ospedali specie di infettivi per confortare i soldati ammalati o feriti“ ( http://www.enciclopediabresciana.it/enciclopedia/index.php?title=CASTOLDI_Libreria).

Faksimiles: Universitätsbibliothek Graz Abteilung für Sondersammlungen, Creative commons CC BY-NC https://creativecommons.org/licenses/by-nc/4.0/ (Sig. 01212)