Graziadio Isaia Ascoli an Hugo Schuchardt (165-00325)

von Graziadio Isaia Ascoli

an Hugo Schuchardt

Mailand

23. 03. 1902

language Italienisch

Schlagwörter: Kongresse und Versammlungen Ive, Antonio Meyer, Paul Rom

Zitiervorschlag: Graziadio Isaia Ascoli an Hugo Schuchardt (165-00325). Mailand, 23. 03. 1902. Hrsg. von Klaus Lichem und Wolfgang Würdinger (2013). In: Bernhard Hurch (Hrsg.): Hugo Schuchardt Archiv. Online unter https://gams.uni-graz.at/o:hsa.letter.1316, abgerufen am 29. 01. 2023. Handle: hdl.handle.net/ 11471/518.10.1.1316.


|1|

Milano, 23.3.'902.

Amico onorandissimo;

le sofferenze, di cui vi dolevate nella buona vostra lettera del 14 pp., molto mi avevano contristato, e speravo sempre che da un giorno all'altro mi avessero a sopraggiungere notizie migliori. Intanto, e per ragioni di salute e per varj altri guaj, dovetti io stesso interrompere ogni mia corrispondenza.

Oggi m'arriva la vostra cartolina, che nulla mi dice esplicitamente intorno alla vostra salute, ma che nell'insieme pur mi lascia sperare che le vostre condizioni sieno migliorate. Io mi sono un po' risollevato in questi ultimi giorni, e spero che finalmente un po' di riposo il corpo e lo spirito possan conseguirlo.

|2|

Pensavo a farvi tenere unitamente la IV.a puntata del XV° vol. dell'Archivio e la VI.a dispensa dei Supplementi. Ma questa dispensa non sono ancora riuscito ad agguantarla. La aspetto però da un'ora all'altra. Intanto vi mando la puntata dell'Archivio.

Le espressioni della vostra benevolenza mi sono tornate, come sempre, di grandissimo conforto, e non so ringraziarvene abbastanza. Vogliate gradire, dal canto vostro, i miei più fervidi voti per il pronto e pieno ristabilimento d'ogni vostra forza. E' un ristabilimento immancabile, poichè voi siete un uomo ancora giovane. E devono ancora esser infinite le ulteriori produzioni del vostro ingegno maraviglioso.

|3|

Mi ha fatto molto piacere la notizia che l'Ive abbia finalmente raggiunto l'ordinariato. 1 // M'è annunziata per oggi la visita di Paul Meyer2, diretto a Roma con la signora. Doveva egli andarci per il Congresso storico; e tramontato com'è il Congresso, ci va ugualmente....per la Settimana-Santa.

Fate di non lasciarmi senza vostre nuove, e vogliatemi sempre, qual sono con ogni miglior sentimento,
l'aff.mo div.mo vro

G. I. Ascoli.


1 Vgl. 160-00321, Anm. 1.

2 Paul Meyer (1840 - 1917), Linguist und Philologe.

Faksimiles: Universitätsbibliothek Graz Abteilung für Sondersammlungen, Creative commons CC BY-NC https://creativecommons.org/licenses/by-nc/4.0/ (Sig. 00325)