Graziadio Isaia Ascoli an Hugo Schuchardt (138-00307)

von Graziadio Isaia Ascoli

an Hugo Schuchardt

Mailand

09. 04. 1897

language Italienisch

Schlagwörter: Accademia dei Lincei (Rom) Accademia scientifico-letteraria di Milano Meyer-Lübke, Wilhelm Meyer, Gustav Rom Wien Garrucci, Raffaele (1864–1865) Ascoli, Graziadio Isaia (1880)

Zitiervorschlag: Graziadio Isaia Ascoli an Hugo Schuchardt (138-00307). Mailand, 09. 04. 1897. Hrsg. von Klaus Lichem und Wolfgang Würdinger (2013). In: Bernhard Hurch (Hrsg.): Hugo Schuchardt Archiv. Online unter https://gams.uni-graz.at/o:hsa.letter.1287, abgerufen am 29. 01. 2023. Handle: hdl.handle.net/ 11471/518.10.1.1287.


|1|

Milano, 9. 4. 97.

Caro e onorato amico,

Non mi rimaneva se non una scarsa speranza di qui trovare le Diss. Arch. del Garrucci1, e si riduceva a questo: che una delle Biblioteche, più o meno pubbliche, se le fosse procacciate, o le avesse avute in dono, dopo il '78 (cioè dopo l'anno a cui risale la composizione del mio librattolo sulle 'Iscrizioni giudaiche ecc.'2), oppure che entrassero tra i libri del defunto Cesare Cantù3, i quali son messi a disposizione dei professori dell'Academia Scientifica-Lettera|2|ria4. Ma la ricerca nelle Biblioteche ha avuto una risultanza negativa, e temo che non sarà diversa quella che ci verrà da un più attento esame degli inventarj dell'eredità Cantù.

Quand'io, nell'occasione che vi ricordavo, ho avuto bisogno di codeste Dissertazioni, mi son valso, mercè la bontà del nostro Monaci5, di un esemplare che veniva da non so qual Libreria di Roma. E in Roma io sarò entro il mese, dove meglio me ne informerò, per sapervene dire.

|3|

Fui rallegrato in questi giorni di una visita del Meyer- Lübke, il quale, di sua spontaneità, entrò a discorrermi delle non liete condizioni di G. M.6, secondo notizie che egli aveva avuto in Vienna dall'Editore o Direttore di un Giornale di cose classiche. Io naturalmente gli mostrai che non ignoravo questa sciagura, ma per modo che non gli fosse possibile di scorgere donde la notizia mi veniva.

M'auguro e spero che la salute vostra venga miglioran|4|do. Non lasciatemi, vi prego, senza vostre nuove. E vogliatemi sempre, qual sono con gli antichi sentimenti,
l'affmo divmo vro

G. I. Ascoli.

Ho per supplente, come forse già sapete, e con ottimo successo, il nostro Giacomino.


1 Raffaelle Garrucci (1812 - 1885): Dissertazioni archeologiche di vario argomento, Roma, 1864/65.

2 G. I. Ascoli: Iscrizioni inedite o mal note, greche, latine, ebraiche, di antichi sepolcri giudaici del Napoletano, Torino, 1880.

3 Cesare Cantù (1804 - 1895), Historiker, Mitglied der Accademia dei Lincei.

4 Gemeint ist die 1859 gegründete Reale Accademia scientifico-letteraria in Mailand.

5 Ernesto Monaci (1844 - 1918), Philologe.

6 Gustav Meyer; vgl. SA33, Anm. 3.

Faksimiles: Universitätsbibliothek Graz Abteilung für Sondersammlungen, Creative commons CC BY-NC https://creativecommons.org/licenses/by-nc/4.0/ (Sig. 00307)