Graziadio Isaia Ascoli an Hugo Schuchardt (102-00284)

von Graziadio Isaia Ascoli

an Hugo Schuchardt

Mailand

09. 04. 1890

language Italienisch

Schlagwörter: Kongresse und Versammlungen Félibrige Gubernatis, Angelo de D´Ovidio, Francesco Florenz

Zitiervorschlag: Graziadio Isaia Ascoli an Hugo Schuchardt (102-00284). Mailand, 09. 04. 1890. Hrsg. von Klaus Lichem und Wolfgang Würdinger (2013). In: Bernhard Hurch (Hrsg.): Hugo Schuchardt Archiv. Online unter https://gams.uni-graz.at/o:hsa.letter.1243, abgerufen am 29. 01. 2023. Handle: hdl.handle.net/ 11471/518.10.1.1243.


|1|

Amico pregiatissimo,

Vi disturbo per una cosa impensata e singolare; ed è un discorso confidenziale questo che debbo farvi..... senza colpa mia.

Il nostro de Gubernatis1, molto bene merito per la Esposizione che si tiene in Firenze nel mese prossimo (secondo il programma che vi mando), vorrebbe aggiungere a codesta solennità un Congresso di Romanisti, senza pregiudizio di quello che nello stesso mese si terrebbe a Monpellieri e naturalmente prendendo gli opportuni accordi con la presidenza o le presidenze di colà. Le ferrovie italiane concederebbero i soliti ribassi. Le gior|2|nate utili per il Congresso sarebbero il 14 e il 16, sempre di maggio.

Me ne scrive esso Degub. con molto fervore, intendendo che gl'inviti si diramino in mio nome. Gli rispondo, oggi stesso: mostrandogli che non sono affari per me, a cui mancano del tutto l'attitudine e la voglia; ricordandogli insieme la bella parte sostenuta dal Nigra nelle feste provenziali per 'Laura', ond'egli riuscirebbe cospicuamente indicato all'analoga funzione per 'Beatrice'; e promettendogli finalmente di scriverne in confidenza a Voi e a D'Ovidio, per aver dalla vostra gentilezza uno schiettissimo parere. |3|

Di questo parere, al quale naturalmente si collega la questione importantissima dell'adesione vostra, io dunque vi prego in nome dell'amico e mio. Non ho bisogno di soggiungere che la cosa urge, ma bene ho quello di chiedervi molte scuse per il tedio; e altro per ora non mi resta se non di raffermarmi con gli antichi sentimenti

l'affmo divmo vro

Ascoli.

Milano, 9. 4. 90.

Una comitiva di Felibri par che a ogni modo venga a Firenze, forse capitanata da Mistral2.


1 Angelo de Gubernatis (1840 - 1913), Philologe.

2 Frédéric Mistral (1830 - 1914), provenzalischer Dichter, 1904 Nobelpreisträger für Literatur.

Faksimiles: Universitätsbibliothek Graz Abteilung für Sondersammlungen, Creative commons CC BY-NC https://creativecommons.org/licenses/by-nc/4.0/ (Sig. 00284)