Graziadio Isaia Ascoli an Hugo Schuchardt (060-00250)

von Graziadio Isaia Ascoli

an Hugo Schuchardt

Mailand

21. 04. 1884

language Italienisch

Zitiervorschlag: Graziadio Isaia Ascoli an Hugo Schuchardt (060-00250). Mailand, 21. 04. 1884. Hrsg. von Klaus Lichem und Wolfgang Würdinger (2013). In: Bernhard Hurch (Hrsg.): Hugo Schuchardt Archiv. Online unter https://gams.uni-graz.at/o:hsa.letter.1134, abgerufen am 02. 02. 2023. Handle: hdl.handle.net/ 11471/518.10.1.1134.


|1|

Amico pregiatissimo.-

La ringrazio cordialissimamente per la Sua buona cartolina. Anche in questo incontro, la nostra differenza è tutt'altro che grave. Anzi si trattava di un'occasione, in cui io stesso era sôrto a difendermi; ma solamente dicevo, che io non m'era inoltrato più che tanto, lasciando ad altri, se lor piaceva, il fare di più, come in altre occasioni già avevo fatto. 1 E, del resto, il mio discorso sempre si restrinse intorno alla difesa che uno debba o non debba fare di sè stesso (dove anche va considerata la molta preoccupazione dell'animo e perciò la molta perdita di tempo che ce ne può venire), e non si è mai riferito a quella delle priorità ecc., considerate nell'ordine generale.-

Con la più viva stima ed affezione,
il Suo
A.

Circa gl' influssi germanici, ora gl' 'Indici' (612 a) 2 mostran facilmente ogni cosa.

Mil., 21. 4. 84.

|2|

1 Vgl. dazu 059-00249.

2 AGI 7 (1880-83), 612 ( Indici: Varia).

Faksimiles: Universitätsbibliothek Graz Abteilung für Sondersammlungen, Creative commons CC BY-NC https://creativecommons.org/licenses/by-nc/4.0/ (Sig. 00250)