Zitiervorschlag: Cesare Frasponi (Hrsg.): "A chi Legge", in: Il Filosofo alla Moda, Vol.2\0651 (1727), S. 3-4, ediert in: Ertler, Klaus-Dieter / Fuchs, Alexandra (Hrsg.): Die "Spectators" im internationalen Kontext. Digitale Edition, Graz 2011- . hdl.handle.net/11471/513.20.345 [aufgerufen am: ].


Ebene 1►

A chi Legge.

Ebene 2► Metatextualität► Eccovi Leggitore benigno, un fascio d’altri Fogli volanti, legato anch’esso, come il primo, in forma di Libro se volete divertirvi, figuratevi di entrare in una selva composta da una varietà singolare di Alberi; e ritroverete, che formano tra di loro una confusione gradita. Si sono piantati, o inseriti, di giorno in giorno, a misura che capitavano alla mano. Non vi sorprenda per tanto se alcuni di quelli, che producono la medesima specie di frutti, vi sono posti frammischiati con altri, in qualche distanza. Vi accaderà, mi lusingo, con qualche piacer, il passare da una Pianta di Peri, ad una di Noci, da questa ad un Giregio, indi ad Giugiolo, ad una Pigna, ad un Pomo, ad un Nespolo, ad un Cotogno: e poscia d’incontrarvi qualche volta in un’altra pianta di Peri, di Po-[4]mi, o di Ceregj, però sempre con differente innesto, con distinta figura, con diverso colore, e con vario sapore. Passegiate con attenzione, osservate a vostro bell’aggio, e divertitevi. Vi do la permissione di raccogliere quanti frutti volete per vostro uso; ma incarico la vostra anima, se ne pigliate per regalarne quelli che non vi sono Amici.

N.N. ◀Metatextualität ◀Ebene 2 ◀Ebene 1